La Compagnia

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Il Teatrino di Lunaria  è una compagnia teatrale integrata, un gruppo di lavoro costituito da persone con età, competenze, professionalità e punti di vista diversi. Produce gli spettacoli e ne cura tutte le fasi dalla scelta e sceneggiatura dei testi alla creazione dei burattini e delle scenografie, alle musiche fino alla messa in scena.

Margherita Smedile e Isolina Vanadia curano la regia

Serena Dascola e Alessandra Licata animano i burattini e coordinano insieme a Isolina Vanadia il laboratorio DArt (il collettivo di artisti con disabilità coinvolto in tutte le fasi preparatorie degli spettacoli).

Piero Botto cura l’allestimento

Pierpaolo Cimino cura le musiche.

 

Serena Dascola

Socia fondatrice di Lunaria. Durante gli studi umanistici, intraprende la sua formazione all’ interno dell’ associazione La Ragnatela onlus. Testarda e generosa, sorridente ed in continua ricerca. Innamorata del mondo dell’ infanzia, crede nell’ educazione come sguardo reciproco, come necessità di comunicarsi e nella creatività come possibilità  di crescita. Progetta mostre ed eventi. Fa parte del gruppo di coordinamento dei laboratori della cooperativa affidandosi alle potenzialità pedagogiche dell’espressione pittorica, del racconto e dell’ animazione teatrale. Promuove all’ esterno la ricchezza di tali strumenti. Ha sposato il progetto Teatrino che, tra realtà ed immaginario, tra apprendimento e gioco, offre a bambini e adulti un meraviglioso percorso educativo.

 

Alessandra Licata

Socia fondatrice di Lunaria. Si è formata tra studi letterari e antropologici in una casa stracolma di libri, affascinata dall’Arte e dalle sue potenzialità relazionali, educative  e terapeutiche. Fa parte del gruppo di coordinamento dei laboratori  proposti da Lunaria. Progetta mostre ed eventi.  Nei laboratori, cura in particolare l’ascolto, il gioco creativo, l’animazione teatrale. Interessata alle relazioni, agli uomini ed al mondo ha una passione per la cucina e fotografa a focus lento ciò che la circonda realizzando opere di video art esposte durante mostre e performance. Dell’animare i  burattini le piace il nascondersi al buio e cambiare voce per far aprire le porte della meraviglia, del sogno e dell’ironia.

 

Isolina Vanadia

E’ stata, tanto tempo fa, insegnante di Italiano, Storia e Storia dell’Arte negli istituti superiori. Ha curato progetti di educazione ambientale in ambito scolastico e associativo. Oggi è socia di Lunaria e collabora con il Laboratorio DArt sperimentando, insieme agli artisti disabili, percorsi creativi dalla pittura, all’oralità, dalla scrittura, al teatro di figura Ha iniziato a immaginare il Teatrino di Lunaria – un frammento di mondo racchiuso in una scatola, una prevedibile/imprevedibile magia – in un luminoso pomeriggio di giugno, in una città della Sicilia, in un buio e suggestivo teatrino dei Pupi. Dalla fondazione dell’Opera dei burattini ad oggi ha lavorato per  approfondire le ragioni di una scelta appassionante e difficile, anacronistica e contro corrente.

 

Margherita Smedile

Attrice di prosa Senza alcuna velleità, è attrice di teatro dal 1984.
L’incontro con il maestro Michele Perriera della scuola Teatès di Palermo determina in lei una ricerca sul teatro di avanguardia. Successivamente a Messina prende parte alla compagnia dello stabile dell’attore e regista Massimo Mollica, affrontando così anche il teatro di tradizione. Dopo tante esperienze viene invitata alla partecipazione decennale nella compagnia di Vetrano – Randisi ad affrontare il teatro di Pirandello, un felice connubio tra tradizione e ricerca.
Tanto lavoro, tanto divertimento, una vita dedicata al sacrificio per continuare il gioco dei bambini, che ci appartiene, e che nessuno potrà mai toglierci.
Oggi, ne Il Teatrino di Lunaria, aiuta tutta la compagnia a dare voce e corpo ai burattini guidandola con leggerezza nei segreti della recitazione e della messa in scena.

 

Pierpaolo Cimino

Esploratore di Suoni+Immagini+Materiali di Recupero da trasformare, da digerire. Affamato. Alla ricerca di collaborazioni, di un nuovo corto circuito, di un nuovo incontro. Ama i dolci ed in particolare il cioccolato: l’unico cibo che fonde alla temperatura del corpo. Ha studiato e studia, perché non è mai abbastanza.

 

Piero Botto

Macchinista teatrale. E’ bravo in tutto. Mette a disposizione la sua esperienza a sostegno delle iniziative di Lunaria e del suo Teatrino. Riutilizza materiali di scarto – legno, ferro, carta, cartone, plexiglass – e li trasforma in cornici, leggii, cavalletti, scene e oggetti teatrali. E’ l’artista che ha progettato e costruito il nostro bellissimo teatrino in legno, il teatrino smontabile che utilizziamo nelle performances all’esterno e il teatrino di Lilliput per le letture animate. Ci assiste in ogni fase dell’allestimento degli spettacoli.

 

Gli artisti con disabilità del laboratorio DArt  (anno 2020/2021):

Francesca Licata

Pittrice, sempre alla ricerca di forme/nuvole, è maestra di alberi multicolori e di relazioni amorevoli. Legge, rilegge e interpreta i testi del teatrino ed ama pescare ad occhi chiusi gli elementi da comporre nella composizione dei burattini a guanto e a bastone . E’ l’anima del gruppo.

Cristiano D’Argenio

La pittura lo aiuta ad esprimere sogni e desideri nelle grandi campiture dei fondali o nei piccoli spazi delle scene: la sua pennellata è inconfondibile. Utilizza il colore con grande libertà e maestria e il suo affetto riscalda anche le giornate più fredde.  Nel lavoro teatrale mette a disposizione del gruppo la sua capacità mnemonica.